Messaggistica unificata per Whatsapp, Instagram e Messenger

foto della news

Il New York Times ha riportato una notizia esplosiva per il mondo social: Mark Zuckerberg sta disegnando il futuro di Facebook Messenger, Instagram e WhatsApp all'insegna dell'integrazione. L'unione delle tre reti segnerà un cambiamento epocale per la messaggistica via telefonino. Per adesso questo progetto non prevede l'unificazione delle App sotto una sola applicazione. I tre i servizi continueranno a funzionare come app stand-alone, quindi avremo ancora WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger sul nostro smartphone; ma la loro infrastruttura di messaggistica sarà unificata. E se un giorno volessimo mandare un messaggio da WhatsApp a un utente del quale non abbiamo il numero di telefono ma il suo contatto Facebook, potremmo farlo. Inoltre, potremmo inviare un messaggio su Facebook Messenger anche ad un utente che Facebook non ce l'ha, ma magari ha Instagram o WhatsApp. Oggi giorno, ciò non è possibile perché le tre app sono separate. L'obbiettivo di Zuckerberg sarebbe quella di andare online entro la fine del 2019, o al massimo entro i primi mesi del 2020. 

Quali sono i vantaggi per noi utenti?
Sul fronte della sicurezza, sarà estesa all'intera piattaforma la crittografia end-to-end, attualmente in uso solo su WhatsApp e questo vorrebbe dire che la sicurezza dei messaggi scambiati su significa una maggiore sicurezza per le reti. Con la tecnologia end to end è impossibile entrare in una chat: i messaggi sono visibili esclusivamente a chi li invia e a chi li riceve. Qualsiasi intrusione porterebbe zero risultati, se non codici indecifrabili al posto di parole.

In un comunicato di un portavoce della società si commenta così l’indiscrezione del New York Times: "Vogliamo costruire le migliori esperienze di messaggistica possibili; la gente vuole scambiarsi messaggi in modo veloce, semplice, affidabile e privato. Stiamo lavorando per portare la crittografia end-to-end ad altri nostri servizi di messaggistica e stiamo valutando come rendere più facile raggiungere amici e familiari attraverso i diversi network. Chiaramente, in una fase come questa in cui stiamo iniziando a definire tutti i dettagli per capire come rendere tutto questo possibile, sono ancora molte le discussioni e i confronti in atto".

Una strategia segreta
Questa manovra di integrazione doveva essere un piano segreto e tutt'ora non si conoscono i dettalgi del progetto, poichè in più di un'occasione Mark Zuckerberg ha dichiarato che le tre piattaforme, sotto il suo controllo, sarebbero rimaste indipendenti l’una dall’altra. Volontà espressa, tra l’altro, anche dagli stessi fondatori dei social acquisiti. 

Chissà quali saranno i reali sviluppi dei 3 canali? Non ci resta che aspettare ad occhi ed orecchie aperte tutti i prossimi particolari del caso.

Fonte: https://bit.ly/2CL5hFb