Opportunità della realtà aumentata

foto della news

La realtà aumentata, A.R. (augmented reality) è una tecnologia relativamente recente e in continua evoluzione. Potremo definirla in maniera molto generica come la rappresentazione di una realtà alterata in cui, alla normale realtà percepita dai nostri sensi, vengono sovrapposte informazioni artificiali e virtuali. L' A.R. sfrutta i display dei dispositivi mobile, dei wearable device, dei vetri dei veicoli e delle vetrine interattive per aggiungere informazioni a ciò che vediamo. Gli orizzonti applicativi sono pressochè infiniti: dall’automotive al manufacturing allo smart packaging

I primi esempi di realtà aumentata sono stati  introdotti nel settore dell’aeronautica militare sotto forma di head-up display (HUD), visore a sovrimpressione, sugli aerei da combattimento per mostrare ai piloti dati di volo come, per esempio, la quota e velocità del velivolo o la distanza dall'obiettivo, senza distogliere lo sguardo dalla "guida" per costringerli a controllare tutta la strumentazione di bordo. Una tecnologia che, successivamente, è stata adottata anche dall’aviazione civile, veicoli terrestri e marittimi sempre in settori specifici. Una delle prime applicazioni a sfruttare questo concetto per il grande pubblico, per i possessori di smartphone fu Layar. Si trattava di un reality browser che, grazie ai dati su longitudine e latitudine in arrivo dal GPS del dispositivo consentiva di inquadrare con la fotocamera un particolare edificio o monumento per ricevere informazioni, per esempio il nome o la storia, oppure dritte sui punti di interesse presenti nelle vicinanze. Dopo Layar è approdato Google Glass che, tramite un piccolo display posizionato sopra l’occhio, ha riempito il campo visivo di dati e informazioni sull’ambiente circostante di chi lo indossa. La peculiarità di quest'ultimi è che sono in costante comunicazione con lo smartphone, e di conseguenza l’utente ha anche la possibilità di telefonare, visualizzare e inviare SMS, scattare foto o registrare video da condividere, oppure farsi aiutare da Google traduttore o dalle Google Maps quando è in difficoltà con una lingua straniera o con una destinazione da raggiungere.

L'A.R. ha iniziato gradualmente a cambiare il modo di vedere il mondo ed ha esordito nell'  entertainment, sfruttando l'effetto wow, dove il focus è un infotainment che coniuga la quantità e la qualità delle informazioni da utilizzare in un contesto di utilizzo preciso con la facilità interattiva di una qualsiasi superficie capacitiva associata all’uso di una fotocamera e un sistema di gestione dedicato. Oggi questa tecnologia viene vista come il passo successivo alla smart mobility e alllo smart working. Di fatto l’A.R. è una forma di visual content management 2.0 che consente ad aziende e organizzazioni di aggiungere nuovi livelli informativi, in tempo reale e ad alto tasso di interazione usando device mobili di qualsiasi tipo, tecnologie indossabili incluse.

Esempi di realtà aumentata

Circa cinque anni fa, la Lego, per evitare che i clienti più curiosi aprissero le confezioni e per far capire meglio l’utilizzo del gioco contenuto, ha iniziato ad utilizzare l'A.R. come forma di smart packaging: in un corner dedicato, inquadrando una confezione dal monitor si può vedere partire una sorta di trailer con i personaggi in animazione. La Tesco, invece, aveva iniziato a utilizzare la realtà aumentata per la promozione applicata ad un flyer. L’utente tramite pc da casa poteva così inquadrare il marker che corrispondeva all’oggetto e questo gli compariva tra le mani. Visualizzare un televisore in 3D come se fosse davvero in negozio davanti all’oggetto reale era un modo per aggiungere alla digital experience una serie di infomazioni aggiuntive importanti  per esempio il volume del dispositivo e quindi il suo ingombro, le tipologie di ingressi per gli accessori e via dicendo. Successivamente lo smart packaging di snack e bevande ha preso campo sfruttando l' inquadramento della confezione con lo smartphone per intrattenere il cliente. Heinz, per esempio consentiva di visualizzare ricette da sfogliare utilizzando la nota salsa, Starbuck’s a Natale abilitava sulle sue note cup delle piccole clip a tema con renne, babbi natali e pupazzi di neve in animazione.

In ambito industriale lo scenario tecnologico della realtà aumentata abilita ampi e numerosi orizzonti applicativi: inquadrando una stampante è possibile spiegare come sostituire la cartuccia attraverso una simulazione animata o, ancora, è possibile presentare un macchinario industriale dettagliando le spiegazioni e i manuali di istruzionigrazie al supporto di contenuti che in tempo reale, compaiono sullo schermo mostrando sia l’esterno sia l’interno di ogni componente, video che spiegano il funzionamento di ingranaggi e sistemi, la dinamica dei processi e delle specificità. Nel settore automobilistico, ad esempio, alcuni brand usano questa tecnologia sia per la teleassistenza che per le attività di presentazione negli show room dei nuovi modelli. Nelle officine meccaniche il controllo delle parti del motore o dell’impianto elettrico per tutte le attività di monitoraggio e manutenzione può essere risolto grazie all’A.R. che offre informazioni dettagliate in overlay rispetto a ogni singola parte su cui si devono effettuare controlli o interventi. Queste informazioni possono essere fisse e apparire come cartelli pop up a fianco delle componenti di cui si necessita ulteriore spiegazione, oppure come videotutorial che, attraverso un filmato in overlay, mostra un tecnico che esegue in modo corretto le procedure di intervento sul macchinario. Lo stesso sistema di informazioni può essere applicato per l'attività di manutenzione ad impianti come caldaie, sistemi idraulici, sistemi elettrici o a gas e via dicendo. A supporto della workforce automation un tablet o uno smartphone aiuta i tecnici nel loro lavoro, spiegando al personale nuovo le corrette procedure o aiutando l’operatore in caso di anomalie particolari.

Oggi le tecnologie sono assai evolute e in continua mutazione con l'obbiettivo di potenziare la comunicazione riuscendo a semplificare e a rendere sempre più completa l'interazione catturando il più alto livello di attenzione degli utenti. La realtà aumentata sta trasformando la nostra vita quotidiana, attraverso la multicanalità e l'interazione, arricchisce "l’esperienza" calandola in un contesto ideale ed è un prezioso strumento sia per scopi personali sia per ambiti aziendali.

Fonte: https://bit.ly/2Mc2gSo