"Dating online" - "Classificazione degli utenti"

foto della news

Negli U.S.A. Facebook sta sperimentando la funzione "Cose in comune" che permette di evidenziare, nei commenti dei post, informazioni che altri users condividono con noi. A tal proposito, la rete ci assicura che questo avviene solo per i dati resi pubblici sul nostro profilo, in conformità con le impostazioni sulla privacy che stabiliamo nel nostro account. 
Facebook punta a far crescere il numero di amicizie nate sulla piattaforma perchè vuole incrementare le interazioni tra le persone, sottolineando gli aspetti che accomunano gli utenti, che magari, non si sono mai visti neanche face to face.
Ad esempio l’utente che scorre la propria bacheca potrà trovare, affiancato al commento di una persona sotto un post pubblico, un’informazione che in qualche modo i due condividono. Potrebbe trattarsi della città di provenienza, oppure dell’università frequentata, o del nome dell'azienda dove le persone lavorano, o più semplicemente dei medesimi gruppi Facebook ai quali gli utenti sono iscritti.  

Ancora la diffusione geografica di "Cose in comune" non è certa, conquisterà anche la rete europea?!?
Nel frattempo Facebook sta studiando altre iniziative per collegare individui con interessi simili e/o iscritti agli stessi gruppi. Al di là della funzione "Persone che potresti conoscere", che propone nuovi contatti in base alle amicizie in comune, la rete vuole lanciare un nuovo servizio di "Dating online". Quest'ultimo ha l'obbiettivo di far iniziare relazioni significative tra gli individui ritenuti compatibili sfruttando il data base social per il match di informazioni.
 
Non ha una diretta attinenza con le amicizie fra utenti, ma una delle ultime novità emerse dai test di Facebook e quella della "Classificazione degli utenti" che indica la loro capacità di distinguere notizie vere dalle fake news. E' un modo per intuire quanto le persone sono affidabili nel segnalare la veridicità/falsità delle informazioni sui social, anche se per il momento Facebook non ha chiarito su che basi intenda dare un voto ai propri users.

Fonte: https://bit.ly/2DmRtEp