Facebook presenta la criptovaluta e il portafoglio digitale Calibra

foto della news

Facebook lancia Libra, la nuova criptovaluta che debutterà nel corso del 2020. Il modello di business di partenza è quello di WeChat. Mark Zuckerberg ambisce a creare una nuova moneta mondiale da utilizzare ovunque e da scambiare con le valute tradizionali, il tutto con con asset sicuri. Libra di Facebook sarà una moneta democratica e inclusiva per permettere a tutte quelle persone che non hanno servizi bancari, ben 1,5 miliardi, di pagare tramite smartphone.

Libra1


La rete social ha dichiarato che Libra sarà stabile in quanto agganciata ad asset solidi come depositi bancari e titoli di Stato. Il cambio godrà probabilmente un tasso fisso stabilito sulla media di un gruppo di valute mondiali. Gli interessi guadagnati sulle riserve copriranno i costi di gestione, garantendo basse commissioni e introiti agli investitori della Libra Association. Tra i fondatori della moneta di Facebook Libra ci sono colossi mondiali del calibro di Visa, Mastercard, Stripe, PayPal, Uber, Lyft, eBay, Coinbase, Anchorage, Spotify e Booking. All’alleanza mancano i veri concorrenti come Google, Microsoft, Amazon e Apple.

La criptovaluta potrà utilizzare in due modalità: 1) modalità nativa su WhatsApp e Messenger, tramite un wallet integrato (portafogli digitale) che permetterà lo scambio di denaro nelle stesse modalità con cui oggi ci inviamo foto, video e quant’altro; 2) l' utilizzo di Libra di Facebook vedrà coinvolti i partner fondatori che integreranno la criptovaluta nei propri servizi. Successivamente, con l’aumentare dei partner coinvolti, sarà possibile effettuare i classici pagamenti: bollette, bollettini, biglietti per i mezzi di trasporto etc… I lavori saranno gestiti da Calibra, che garantirà il servizio di invio, di acquisto e di risparmio per Libra.

Facebook, per Libra, creerà una nuova Blockchain: la tecnologia in cui le transazioni vengono archiviate in modo sicuro, affidabile e attendibile. L’associazione che gestirà la Blockchain sarà Libra, una no profit con sede a Ginevra creata ad hoc. Facebook ha dichiaraato che Libra separerà i dati dei conti da quelli degli account di Messenger, Instagram, WhatsApp e dello stesso social.  

Mark Zuckerberg ha sottolineato "Calibra sfoggerà un team dedicato di esperti che combatterà gli usi fraudolenti della valuta. Doteremo Libra di una protezione antifrode, così che se i fondi vengono persi noi li rimborseremo. E crediamo anche che sia importante per le persone avere più scelte, dunque sulla rete di Libra si potranno usare molti borsellini di terze parti."

Libra

La discesa in campo di Libra darà una spinta al mercato globale delle criptomonete. In futuro Libra e Bitcoin rimarranno basate su tecnologie similari ma come entità distinte, . Secondo gli analisti, tra qualche anno la valuta tradizionale potrebbe lasciar il passo a quella di Zuckerberg.

Fonte: https://bit.ly/2xpHSHb