Hacker milanese attacca la posta elettronica di Libero e Virgilio

foto della news

Oltre un milioni di credenziali di accesso alle caselle di posta elettronica di altrettanti utenti, clienti di Libero Mail e Virgilio Mail, sono finite nella mani di un giovane hacker. L'operazione sarebbe  stata effettuata in un bar di Assago, accanto agli uffici di Italiaonline.

Il Corriere della Sera ha pubblicato la vicenda, descrivendola come un attacco veloce ed efficace, messo a punto con l'uso di un computer portatile e di una grande antenna: così l'hacker è riuscito a violare 1 milione e 400mila dati, subito spediti ai suoi committenti, ancora ignoti. Sembra che l'incontro tra il ragazzo e i mandanti del colpo sia avvenuto tramite Telegram, la chat di messaggistica difficilmente intercettabile, dove le due parti avrebbero concordato l'attacco, in cambio del pagamento in bitcoin. Il giovane hacker sarebbe entrato nelle rete Wifi dell'azienda Italiaonline usando la password di un dipendente e avrebbe iniziatto l'operazione, riuscendo a rubare e spedire le password degli accessi alla posta elettronica degli utenti.

I danni che potrebbero derivare dall'hackeraggio sono due: quello di ingresso nelle mail dei clienti Libero e Virgilio (il sistema antintrusione, però, ha immediatamente attuato il cambio forzato della password della casella di posta elettronica, mettendo al sicuro gli utenti ed evitando intrusioni); quello degli accessi ai conti bancariil (per chi usa la stessa password della posta elettronica per accede ad altre piattaforme), in questo caso è necessario cambiare immediatamente tutte le parole chiave, per evitare che i pirati informatici si introducano nella piattaforma bancaria.

Ricordatevi di cambiare periodicamente le password dei vostri accessi online, in modo da evitare eventuali attacchi dei "pirati della rete"

Fonte: https://bit.ly/2Zx4FNN