Tecnologie wearable

foto della news

Le tecnologie wearable sono un business in forte espansione e molti brand della moda si cimentano in questo settore, offrendo ai consumatori articoli tecnologici sempre più fashion. Dopo le ultime versioni dell’Apple Watch, gli esperimenti dei designer sono volti allo sviluppo di gadget dedicati agli "app addicted". Queste tecnologie hanno lo scopo di aiutare gli utenti ad organizzare meglio gli impegni quotidiani, monitorare le attività sportive, connettersi con il proprio network o anche identificare eventuali problemi di salute. Tutte queste funzioni hanno come obiettivo comune quello di rendere più facile la vita ottimizzando i tempi e la qualità della vita quotidiana.

Alla London Fashion Week 2018, il brand TwentyFour15 ha presentato la sua nuova collezione di abbigliamento che sfrutta la tecnologia cambiando colore attraverso lo smartphone di chi la indossa. In quanto primo brand streetwear di sempre ad essere app-connected, Twentyfour15 ha attirato la nuova schiera di giovani clienti; creando un manifesto basato sull’individualità e l’esprimere se stessi. Grazie all' app-connected, ognuno può dare libero sfogo alla propria personalità e prendere possesso di ogni singolo pezzo del proprio abbigliamento.

TwentyFour15

Dato che la tecnologia apporta sempre più miglioramenti alla nostra vita quotidiana, non sorprende che siano state create le sneakers con chip incorporati che aiutano i runner a monitorare, analizzare e archiviare dati, senza dover trasportare o indossare appositamente un altro device. Under Armour di Smart Shoes, con tecnologia UA Speedform è stata la prima azienda a lanciare questa scarpa "smart".

smart shoes

Per gli appassionati dello yoga sono arrivati i leggings intelligenti con Bluetooth, Nadi X, di Wearable X, che promettono di aiutare chi pratica questa disciplina trasferendo il tocco dell’istruttore al corpo dell’utente. Grazie alla tecnologia cinestetica, ogni sensore comunica con l’altro e può individuare una posizione scorretta, portando così chi li indossa a modificarla. I pantaloni funzionano con l’app Nadi X, che include 30 posizioni che gli utenti possono praticare ascoltando le playlist contenute nell’applicazione.

smart leggings

Per gli uomini d'affari, Samsung ha creato il NFC Smart Suit: un abito con integrato un chip NFC (evoluzione della tecnologia RFID) che lo connette ad un app per smartphone, permettendo a chi lo indossa di scambiare dati come biglietti da visita a nuovi contatti o impostare il cellulare sulla modalità silenzioso durante i meeting. Unendo la tecnologia allo stile, Samsung ha creato un’intera gamma di prodotti wearable chiamati "The HumanFit".

smart suit Samsung

Uno dei brand più tech-oriented, che ha sviluppato le tecnologie wearable, è Rebecca Minkoff. Le sue borse della nuova collezione hanno un chip RFID integrato che invia alle proprietarie suggerimenti su prodotti, offerte e altri contenuti del brand, quando il codice viene scannerizzato dallo smartphone della cliente. Queste funzioni permettono all’azienda di migliorare la relazione con la cliente, incrementare l’engagement e fare scelte migliori in termini di business.

E' interessante vedere come i brand combinano design e tecnologia, generando prodotti intelligenti e in continua evoluzione. I consumatori , soprattutto le nuove generazioni, sono alla costante ricerca di prodotti funzionali ed il ruolo della moda sarà quindi sempre più importante visto che il settore giocherà un ruolo decisivo nel realizzare tecnologie wearable che siano fashion e d' appealing per tutti.

Per approfondimenti sullo sviluppo delle app. nel settore moda e non solo, contattaci: https://bit.ly/2HqOqvH

Fonte: https://bit.ly/2UxS9uJ